"Glottodidattica, costruttivismo e tecnologie"

"Glottodidattica, costruttivismo e tecnologie"

Autore: 

In SERRAGIOTTO G. (a cura di), Le lingue straniere nella scuola: nuovi percorsi, nuovi ambieti, nuovi docenti
UTET Libreria, Torino, 2004, pp. 83-104.

Questo saggio illustra i contributi dell’approccio socio-culturale e del paradigma costruttivista alla didattica delle lingue. Viene recensito autonomamente (anche se per il volume c’è la scheda complessiva) in quanto offre nuovi spunti per l’uso delle tecnologie glottodidattiche secondo la moderna prospettiva costruttivista. Il saggio è suddiviso in due parti. Nella prima, l’autore delinea i tratti essenziali delle teorie costruttiviste in ambito educativo, sottolineandone il concetto chiave di apprendimento come costruzione attiva di conoscenza e processo non solo mentale, ma anche sociale. I paragrafi successivi mettono in luce come il costruttivismo in ambito educativo abbia portato alla definizione dell’approccio socio-culturale, che può essere adottato e adattato anche nell’insegnamento della LS. Tra gli elementi-cardine di questo approccio, l’autore individua: l’orientamento all’azione (tecniche cooperative, lavoro a gruppi, realizzazione di progetti), la centralità dell’allievo, l’attenzione al processo di apprendimento, l’idea di apprendimento linguistico come esperienza totale. Nel contesto di questo nuovo approccio svolgono un ruolo importante le tecnologie, intese come strumenti che mettono a disposizione nuovi ambienti di espressione, di esplorazione, e soprattutto di comunicazione. L’approccio costruttivista ha perciò teorizzato ambienti di apprendimento in cui comunità di allievi e insegnanti possano sviluppare la loro conoscenza mediante la collaborazione, il dialogo, lo scambio. Nella parte finale del saggio, l’autore cita alcune sperimentazioni che avvalorano questa ipotesi di lavoro, tra cui il “Progetto Incontro”, che nell’anno accademico 2003/2004 ha coinvolto studenti dell’Università Ca’ Foscari e dello Smith College (USA) in un’esperienza di apprendimento dove i partecipanti, dopo essersi conosciuti, hanno collaborato alla realizzazione di progetti interculturali. Nel complesso, questo saggio si rivela interessante non solo perché riassume in maniera chiara il rapporto tra glottodidattica e costruttivismo, ma anche perché mette in luce come gli approcci derivati dal costruttivismo possano realmente tradursi in progetti educativi innovativi ed efficaci.

daloiso@unive.it
Università di Venezia

Laboratorio Itals newsletter

Iscriviti per rimanere sempre informato sui nostri corsi e le nostre Attivitá

Abbonamento a Laboratorio Itals newsletter feed

Contatti

Per informazioni contattaci ai seguenti recapiti


Per informazioni sui Master:

Per rimanere sempre aggiornati

Trovaci nei social network e seguici